L'identificazione e la sicurezza informatica in generale, con i programmi di fidelizzazione sono i nostri prodotti base: smartcard, biometria, firma digitale. La protezione del software ci vede leader in Italia da 30 anni.

Tecnologia dell’impronta digitale

Le impronte digitali

Tra le tecniche biometriche disponibili oggi nel mercato internazionale, il riconoscimento dell’impronta digitale è probabilmente la più economica, quella che vanta la maggior diffusione e la maggior disponibilità di dispositivi largamente collaudati, la meno invasiva ed è in grado di garantire una grande sicurezza.

Ovunque andiate, porterete sempre con voi la vostra chiave d’accesso al PC: la vostra impronta. E questa chiave non può essere copiata, trafugata o dimenticata. Flessibili e sicuri programmi permettono, grazie alla vostra impronta, di controllare il logon ai PC/dominio, di sostituire le password di ogni programma, di creare dischi cifrati, accedibili col vostro tocco, insomma di proteggere i vostri dati, come anche richiesto dalla legge 196 sulla privacy.

La tecnologia capacitiva permette una avanzata miniaturizzazione dei dispositivi ed una grande sicurezza; infatti un dito artificiale o morto non inganna il lettore.

Oggi, grazie alle BioAPI, lo standard de facto della biometria, potete sviluppare applicazioni che funzioneranno con ogni tecnologia biometrica (impronta, voce, iride, …) ed ogni dispositivo di rilevamento biometrico.

Per il massimo della sicurezza Precise Biometrics ha poi sviluppato e brevettato la tecnologia Match On Card (MOC): grazie a MOC, l’autenticazione di una impronta registrata in una smartcard viene effettuata dalla smartcard stessa, al suo interno, evitando così pericolose comunicazioni tra smartcard e PC; la sicurezza è prioritaria: ogni informazione registrata o trasmessa è cifrata, anche nella comunicazione tra lettore di impronte e computer.

La tecnologia MOC, evitando la registrazione del dato biometrico in un data base  ma lasciandolo nella smartcard, sotto il diretto controllo del suo possessore, risponde appieno alle disposizioni del Garante della Privacy.